Ingegnere del suono o smanettone ?

Cosa ci vuole affinché si passi dall’essere un eccellente smanettone ad un buon ingegnere del suono?
La risposta non è difficile…

Moltissimi strumenti di lavoro sono ormai a disposizione di tutti, soprattutto in versione software (eq, compressori, enhancer, distorsori armonici, analizzatori di spettro, …). Sono importanti e la loro qualità e il loro uso è necessario nella produzione audio.

Tuttavia le basi dell’acustica, correttamente e giustamente sostenute ed esemplificate dall’articolo, sono ancora più importanti. Così come la conoscenza della psicoacustica e della risposta dell’orecchio umano, il gusto musicale e la capacità di “percepire l’ascolto”.

Tutto questo insieme di cose costituisce le FONDAMENTA sulle quali gli strumenti vanno poggiati, permettendo ad un ECCELLENTE SMANETTONE di diventare pian piano, con l’esperienza, un DISCRETO INGEGNERE DEL SUONO !

Ho preso spunto da questo simpatico articolo letto in rete:
http://www.ageofaudio.com/acoustic-design/alla-ricerca-dello-speaker-vincente-e-il-mistero-del-compressore-che-usa-dio
]

Share : facebooktwittergoogle plus