Accordatura a 432 Hz ?!?!?!

images (1)Leo Wolf mi ha chiesto qualcosa in merito alla questione e allora mi sono documentato guardando qualche video su Youtube (dateci un’occhiata). Questa è la mia idea in merito.

La questione che alcuni sollevano è quella di cambiare la convenzione secondo cui definiamo il LA4 come la nota corrispondente ai 440Hz. In effetti è una convenzione, uno STANDARD imposto nel 1939 per avere un riferimento comune e migliorare l’integrazione musicale tra strumenti/partiture di zone, luoghi e culture del mondo e potremmo deciderne uno diverso.

Nella storia, in assenza di tale definizione, ognuno faceva un po’ come cavolo gli pareva. Detto questo, se avessero deciso sul LA4 a 432Hz ci troveremmo a chiederci: “ma sarebbe meglio a 440????”.

I “filosofi” parlano di “intonazione con l’universo”.  Il mio pensiero è che cambiando la risposta degli strumenti (qualunque, non solo della chitarra del video) cambierà anche la nostra percezione. In meglio o in peggio non so, DE GUSTIBUS NON EST ESPUTANDI. Potremmo farci un referendum.

Però, caxxo, mi dovrei riaccordare tutte le tastiere, il pianoforte, rifare tutte le basi, riprogettare gli accordatori elettronici, rifare i diapason in modo che suonino a 432, etc. etc. etc…

E poi la balla dell’ottava, che è la seguente:
se pensiamo il DO più basso a 8Hz (e chi lo sente? Manco i cani, che per antonomasia hanno una risposta in frequenza che scende molto sulle basse), raddoppiando la frequenza di volta in volta (8Hz, 16Hz, 32Hz…) arriviamo a 432Hz. Quindi (loro deduzione) il termine “ottava” risulta giusto intonando in questo modo ed è per questo che ricorrono gli 8…

Share : facebooktwittergoogle plus